Vai ai contenuti principali

Accesso agli Atti

Il diritto di accesso è il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi, da non confondersi con l’accesso civico.

 

Che cosa si intende per documento amministrativo

Per documento amministrativo si intende ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale. Non è necessario che il documento sia stato formato dall’amministrazione in questione ma è sufficiente che sia detenuto da questa.

 

Chi può presentare domanda

La domanda di accesso agli atti può essere presentata dai "soggetti interessati".

"Interessati" sono tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale viene chiesto l'accesso; poiché l'istanza richiede la prova di un interesse specifico connesso al documento, necessita di una adeguata motivazione.

 

Ci sono costi

Si, al richiedente viene chiesto un rimborso dei costi di ricerca, visura e riproduzione; a tal proposito vedi il Disciplinare relativo al rimborso dei costi di ricerca, visura, riproduzione e spedizione delle copie di documenti nell'ambito dei procedimenti di accesso documentale e civico generalizzato (Approvato con Atto di Giunta n. 197 del 19 dicembre 2019).

Data ultima modifica: 5 Febbraio 2020